A Formazza la regina delle cascate torna all’antico splendore

3 giugno 2016 by admin
1468332_1439117760-kla-U1080585662574cHC-1024x576@LaStampa.it_.jpg

Da molti definita «la più bella d’Europa» con 143 metri di «salto», la Cascata del Toce è stata porta d’accesso all’Italia per i viaggiatori della seconda metà dell’Ottocento. Da qui passarono Wagner, D’Annunzio, Carducci e i grandi esploratori delle Alpi Lepontine.

È frazione Frua di Formazza a ospitare lo spettacolo che nel 2003 fu suggestiva cornice del Giro d’Italia, ricordata per l’ultimo attacco di Pantani alla maglia rosa. La cascata è capolavoro della natura e anche imponente testimonianza del primo turismo alpino. Sorsero in zona quattro alberghi che formavano il cosiddetto «Quadrilatero lepontino»: il Monte Leone al Veglia, la Locanda al Devero, l’albergo Cascata a Formazza e l’Ofenhorn nella valle di Binn (in Svizzera). Nel periodo della Belle Époque all’albergo Cascata trascorse notti l’alta borghesia, milanese soprattutto. Dopo la «prima» alla Scala era consuetudine salire al Mottarone o spingersi fino a qui.

Fino agli Anni 20 il maestoso salto d’acqua si raggiungeva solo a piedi, con un trekking nemmeno troppo confortevole. Poi arrivò la strada carrozzabile negli Anni 30, con un secondo fine: predisporre la logistica nella prospettiva dell’energia idroelettrica. Oggi nell’albergo si può ancora ammirare la sala storica ottocentesca con i pavimenti di larice.

La cascata formazzina quale polo d’attrazione turistica fu una visione avveniristica e continua oggi con bed & breakfast e piccole strutture ricettive che affiancano le proposte invernali – sci alpinismo e fondo – ed estive con il grande escursionismo.

 

Gli orari d’apertura

La cascata non è visibile nel massimo splendore tutto l’anno perché il lago artificiale di Morasco ne raccoglie a monte le acque per il funzionamento delle centrali idroelettriche dell’Enel. In questi giorni inizia la stagione estiva: la si potrà ammirare domani dalle 11,30 alle 13,30, domenica dalle 10 alle 16 e il 19 giugno dalle 10 alle 17. Dall’11 giugno al 18 settembre nei giorni feriali 11,30-13,30, domeniche 10-16. Aperture speciali sono previste ad agosto.

Una suggestiva immagine serale della cascata del Toce (foto Studio Rds/Framarini)

BEATRICE ARCHESSO

fonte: http://www.lastampa.it/2016/06/03/edizioni/verbania/a-formazza-la-regina-delle-cascate-torna-allantico-splendore-1ZCHnXR8DbOUThqsxgOe7J/pagina.html?utm_source=dlvr.it&utm_medium=facebook